Agopuntura Ryodoraku Reggio Calabria

Agopuntura Ryodoraku

Tutti i benefici del metodo Giapponese per la salute dell'individuo

Enormi progressi hanno caratterizzato il ventesimo secolo nel campo delle scienze e dei metodi terapeutici tradizionali. Anche la Medicina Orientale ha avuto l'opportunità di usufruire di una profonda e vitale riorganizzazione.
In particolare l'agopuntura, che è stata rigenerata e riorganizzata scientificamente grazie al defunto Professor Yoshio Nakatani.
La disciplina orientale dell'Agopuntura ha una storia millenaria che risale a circa tremila anni fa, tramandandosi di generazione in generazione.
Basata sulla teoria dei punti e dei meridiani, l'efficacia terapeutica dell'Agopuntura ha fatto sì che dalla Cina si diffondesse nella maggior parte dei paesi, ottenendo ottimi risultati sia nella terapia del dolore che nella medicina generale.
Oggi, con l'evoluzione del metodo apportato dal professor Nakatani, è il metodo Giapponese a destare interesse e curiosità negli ambienti scientifici di tutto il mondo.
Profilo professionale Dott. Idotta

Dottor Giuseppe Idotta: Agopuntore specialista nel Metodo Ryodoraku

Il dottor Giuseppe Idotta è uno dei pochissimi specialisti in Agopuntura Ryodoraku. Allievo dei più grandi esponenti della disciplina, è stato relatore a Mondragone, Osaka, Roma e altre città sul tema del trattamento di cefalee ed altre patologie tramite agopuntura.
Ha poi partecipato in qualità di presidente e relatore al 1° Convegno in Italia sull'Agopuntura Ryodoraku. Il convegno si tenne a Roma nel 1991 e ha visto la partecipazione di illustri esponenti del settore, tra cui il professor Kusayanagi.

Oggi il dottor Idotta aiuta numerosi pazienti affetti da patologie che, in molti casi, non hanno trovato rimedi definitivi con altre terapie. Il dottor Idotta riceve nei suoi studi medici siti a Messina e Reggio Calabria.
Agopuntura Ryodoraku Messina

Nel 1950 il professor Yoshio Nakatani scoprì, in pazienti affetti da nefrite, una linea simile al meridiano del rene, che mostrava una elettro-conducibilità maggiore rispetto alle aree circostanti. Tale fenomeno venne da lui chiamato Ryodoraku, ovvero "linea della buona conducibilità", e in determinate condizioni patologiche, era visibile in tutte le linee dei meridiani classici.

Nasce così in Giappone l'agopuntura Ryodoraku per opera del professor Nakatani nel corso degli anni Cinquanta. Il metodo Giapponese Ryodoraku si basa sulla misurazione  delle alterazioni elettriche prodotte dagli squilibri presenti nell'organismo a causa di patologie in corso.

Con l'agopuntura Ryodoraku, la millenaria medicina tradizionale cinese si combina con l’approccio giapponese della misurazione introdotto dal professor Nakatani, rafforzandone vantaggi ed efficacia.

La Moxaterapia è un'antica tecnica terapeutica cinese basata sull'utilizzo di bastoncini di moxa. Questi bastoncini vengono accesi e avvicinati ad una distanza di circa due centimetri dalla pelle. 

La Moxaterapia è un approccio che si basa sugli stessi principi terapeutici dell'agopuntura.

Il metodo utilizzato ruota intorno ai bastoncini che bruciano, da cui prende il nome. Moxa significa infatti "erba che brucia". L'erba in questione, di solito, è l'artemisia o erba di San Giovanni che brucia per aiutare il benessere fisico di chi si sottopone al trattamento.

La terapia viene utilizzata in alternativa o come coadiuvante dell'agopuntura e consiste nel riscaldare specifiche aree cutanee, in corrispondenza dei punti di agopuntura o percorsi energetici, per curare patologie muscolari, articolari e scheletriche.
Agopuntura Ryodoraku Reggio Calabria

— Nel cuore del Metodo Ryodoraku: tutti i benefici terapeutici

Il Metodo Giapponese per la Terapia e la Medicina Preventiva
A partire dal 1950, dalla scoperta fatta dal professor Nakatani, lo studio e l'analisi della tecnica Ryodoraku ha portato alla definizione di un vero e proprio approccio scientifico.

Il dottor Nakatani ottenne già negli anni Cinquanta numerosi successi nella cura dei pazienti da numerose patologie. E ciò sancì la validità scientifica dell'Agopuntura Ryodoraku e il suo studio a livello internazionale da parte di studiosi, ricercatori, specialisti e medici agopuntori.  

Oggi, grazie all'impiego dei pc, gli agopuntori Ryodoraku sono in grado di computerizzare la misurazione dei dati diagnostici, rendendo possibile una chiarificazione scientifica dell'agopuntura e della moxaterapia oltre alla scoperta delle malattie latenti.

Da questo punto di vista l'Agopuntura Ryodoraku può essere considerata una terapia pionieristica della medicina preventiva del futuro.

L'interesse in Italia verso questa disciplina è stato destato dal Professor Kusayanagi, pioniere in Italia della tecnica.
Il dottor Idotta è specialista nel paese e membro dell'Associazione Agopuntura Ryodoraku Italia. Relatore tra numerosi altri esponenti di spicco durante il 1° convegno che si tenne all'Hotel Savoy di Roma, il dottor Idotta ha condiviso il tavolo dei relatori con fondatori e studiosi del settore, quali: il professor Hyodo, il professor Yamamoto, il professor Kusayanagi e molti altri rappresentanti di fama internazionale.